Nel 1966 i Pooh pubblicarono i loro primi due dischi, Per quelli come noi e Piccola Katy. Ora a distanza di 50 anni il più longevo gruppo della scena musicale italiana (e tra i più duraturi al mondo) ha deciso di organizzare una storica reunion per festeggiare mezzo secolo di successi.

A dare la notizia è il sito di Sorrisi e Canzoni. Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian porteranno infatti in giro per l’Italia un tour speciale cui prenderanno parte i membri storici Riccardo Fogli, cantante e bassista, e Stefano D’Orazio, voce e batteria.

I tre musicisti del trio di base dell’attuale formazione si sono da tempo dedicati a progetti solisti, ma già nel 2014 tutti e cinque si erano ritrovati sullo stesso palco per rendere omaggio a Valerio Negrini, fondatore dei Pooh con Facchinetti, scomparso il 3 gennaio del 2013. Da quella sera è nato un progetto covato per ben due anni, che prenderà il via nel momento più importante della storia del gruppo, e che sempre secondo voci insistenti potrebbe essere accompagnato da un nuovo album di canzoni inedite.

L’abbandono di Fogli nel 1973, avvenuto sotto consiglio dell’allora compagna Patty Pravo, era stato un duro colpo per il gruppo. L’artista aveva voluto intraprendere la carriera solista per cercare quel riconoscimento che nella band sembrava sfuggirli. Riconoscimento che sarebbe arrivato nel 1982 con la vittoria del Festival di Sanremo.

D’Orazio invece aveva lasciato il progetto nel 2009, dedicandosi alla scrittura di musical quali Aladin, Mamma mia, W Zorro e Cercasi Cenerentola.

Facchinetti del trio di ferro è forse il membro dei Pooh che ha avuto maggiore fortuna mediatica. Quest’anno è infatti coach nel talent show The Voice insieme al figlio Francesco. Qualche tempo fa aveva destato preoccupazione una sua brutta caduta durante la registrazione di una puntata del programma, che per fortuna non ha avuto gravi conseguenze sulla sua salute.