Nato ufficialmente come mascotte della lotteria nazionale spagnola, che sponsorizza la cerimonia dei Goya Awards (gli Oscar iberici), Pongo il cane milionario fa il grande balzo e diventa protagonista di un film interamente dedicatogli. Un po’ come se il nostro Gabibbo facesse parte di una commedia romantica.

La pellicola diretta da Tom Fernandez è la prima del Paese il cui attore principale può essere definito canino senza volerne denigrare le doti recitative.

Come da genesi extracinematografica, Pongo (che ha il nome di uno dei dalmata de La carica dei 101) vive nel lusso e nella bambagia dopo aver vinto la lotteria. Ad amministrare la sua fortuna ci pensa l’assistente Alberto, il quale tenta senza successo di renderlo può responsabile.

Tutto cambia quando entra in gioco Montalban, un milionario privo di scrupoli che vorrebbe sfruttare l’immagine di Pongo per la creazione di una linea di giocattoli e di gadget. Al fiero rifiuto dell’animale il magnate decide di farlo rapire. Inizierà per il coraggioso Pongo un’avventura che lo porterà ad affrontare la vita reale e i suoi pericoli, imbattendosi in una serie di situazioni esilaranti e fuori di testa.

Mix di lavoro certosino di montaggio e uso della computer grafica, Pongo il cane milionario uscirà nei cinema italiani il 25 settembre.

Foto credit: Four Luck Banana