Sarà nelle sale italiane il 6 aprile 2012 il commovente “Pollo alle prugne”, ultima fatica di Marjane Satrapi, regista e fumettista iraniana naturalizzata in Francia.

Una storia di amore e di dolore, che porta lo spettatore alla scoperta di una Persia fantastica e onirica, nella quale si la regista ripercorre la vita di un violinista conteso fra amore e famiglia.

La storia si svolge negli anni ’50, a Teheran, città natale di Nasser Ali (Mathieu Almaric), bravissimo violinista che è riuscito a viaggiare in tutto il mondo grazie alla sua arte, in cui egli tenta di sublimare il dolore per un amore che non è mai potuto nascere.

Gli eventi della vita lo portano a sposare Faranguisse (Maria de Medeiros), di cui non è innamorato e con la quale non riuscirà mai a rivivere le emozioni del suo primo amore.

La svolta arriva quando la moglie, durante un litigio, rompe il suo amatissimo strumento e Nasser perde, così, anche la sua ultima ragione di vita. Il resto dei suoi giorni li passerà a letto, a tentare di ridare un senso alla sua vita ormai agli sgoccioli.

Saranno otto giorni di sogno e riflessione, durante i quali il violinista ripercorre le tappe della sua vita fino all’arrivo dell’angelo della morte.