Esce nelle sale il 13 aprile “Poker Generation”, il primo film italiano dedicato al mondo del poker.

Per la regia di Gianluca Mingotto, che ha anche sceneggiato il film insieme a Tiziano Cavaliere, la pellicola vanta un cast di bravissima attori italiani.

Una storia che parte dalla Sicilia, dal piccolo paesino di Scicli, dove Tony (Andrea Montovoli) e Filo (Piero Cardano), vivono, insieme alla madre (Lina Sastri), il padre (Francesco Pannofino) e la piccola sorellina (Mariagrazia Tropeano) gravemente ammalata.

i due fratelli hanno delle personalità completamente diverse, ma sono uniti dallo stesso obiettivo: cercare i soldi per riuscire  curare la sorella.

Iniziano così il loro viaggio nel mondo del poker, visto come il modo più facile e veloce per riuscire a trovare quei soldi. Dalla Sicilia a Milano a bordo del camion del loro amico Frank (Stefano Chiodaroli), dove incontreranno Anna (Francesca Fioretti), Sandro (Eros Galbiati), Samantha (Emanuela Postacchini) e Brigitte (Emanuela Rossi). Quest’ultima gestisce alcuni giri di bische, in cui i due fratelli si trovano presto a giocare e a sperare di raggiungere il loro scopo.

La situazione sembra iniziare a girare a loro favore, giocano e vincono fino a che arrivano a Malta, dove il gioco è molto più duro e spietato. Qui saranno costretti a mettere in gioco, nel vero senso del termine, la loro bravura per riuscire a portare a casa qualcosa.