Platinette rompe il silenzio e parla – per la prima volta- della sua mancata partecipazione al Grande Fratello Vip, il reality show di Canale 5 condotto da Ilary Blasi. Mauro Coruzzi, noto conduttore radiofonico ed ex concorrente di “Ballando con le stelle” su Rai 1, ha spiegato perché ha deciso di non prendere parte al GF Vip: “Che ce ne fosse bisogno o meno è tutta da vedere, ma dato che 15 minuti di popolarità non si negano a nessuno, nemmeno ai “morti di fama” (anche se la dicitura è perfida come la sorte dei famosi che non “sarebbero” più tali), quelli che partecipano alla prima edizione italiana del Grande Fratello Vip, partito da qualche giorno, dopo aver chiuso i battenti in altri Paesi dove la “furbata” di metter dentro casa a convivere personaggi dello spettacolo e altro è già arrivata al capolinea.. Confesso, col pudore della “soubrette” che mi abita, che la proposta, qualche settimana fa, di entrare nella “Caaasaaa” era arrivata anche a me e che a domanda è cortese rispondere”.

Platinette rifiuta il Grande Fratello Vip

Platinette, poi, ha raccontato i dettagli della trattativa con gli autori del Grande Fratello Vip: “Quando ho chiesto ‘ma dovrei entrare come Mauro o Platinette?’, ho intravisto negli occhi dell’interlocutore un dubbio fulmineo, perché, l’ho capito subito, nemmeno per un attimo la proposta era rivolta al “personaggio” ma alla persona e che la mia contromossa aveva aperto un file, subito chiuso, perché, con fermezza ho detto ‘grazie ma non posso’. Mica per altro, se vai là, qualunque sia il periodo di permanenza, devi per forza rinunciare a tutto il resto, e grazie a Dio il “resto” è lavoro, quello continuativo, quello che ci rappresenta e me lo voglio curare bene bene, anche perchè se uno va lì è evidente che non ha un cavolo d’altro da fare..”.

Le critiche di Platinette sul Grande Fratello Vip

Poi Platinette ha fatto commenti su alcuni concorrenti del GF Vip: “Come avrei fatto con Pamela Prati e la sua claustrofobia o la paura del buio, cosa ci vai a fare allora al GF? Nemmeno litighi con la storica rivale Valeria Marini, almeno una graffiatina al giorno.. Perché devo vedere Costantino Vitagliano, oggi padre, sempre un gran pezzo d’uomo, ma qualche ruga in faccia viene a tutti e ai “troppo belli” più che agli altri? Perché devo vedere una madre e una figlia che famose lo sono perchè.. non lo so, come la Mosetti e prole, guerreggiare come due rivali che si contendono l’interesse degli sguardi con le loro provocazioni? [...] Ma si sa siamo “strani” tant’è che ne parliamo, ne discutiamo e ne scriviamo” ha concluso Platinette.