Pio&Amedeo, l’ormai celebre coppia de Le Iene, sbarca sul grande schermo con la loro prima commedia, Amici come noi, film diretto da Enrico Lando e prodotto da Pietro Valsecchi, non a caso lo stesso che ha portato Checco Zalone e I soliti idioti dai programmi tv ai superincassi al box office.

Amici come noi racconta la storia di due amici foggiani che lasciano la loro città e fuggono verso il nord, da Roma a Milano ad Amsterdam, organizzando finti rapimenti di pappagalli e improvvisando provini come calciatori. Il loro stesso produttore ha definito la loro comicità “tamarra”.

Che possa piacere o no, il problema è sempre quello: il cinema italiano sembra non riuscire ad andare oltre le scenette comiche demenziali e provare a costruire qualcosina di leggermente, ma dico solo leggermente più di spessore. E poi, non è detto che nel momento in cui si ha una coppia di comici (che fanno anche ridere, eh, badate bene!) questi debbano per forza essere piazzati in una pellicola. Dai Pali e Dispari a Ficarra e Picone, da I Soliti Idioti a Pio&Amedeo, il passo a due non riusciamo a scollarcelo di dosso.

Della comicità de Le Iene i due hanno dichiarato di aver portato soprattutto: “L’improvvisazione, perché noi siamo abituati ad accendere la telecamera e andare: quello che viene viene”.”Non siamo abituati a copioni, perché ci conosciamo talmente tanto bene noi, quindi sappiamo che se uno dice una cosa si sa dove si va a parare” ha detto Pio. “L’improvvisazione: una sintesi” ha scherzato Amedeo.

Il film sarà nelle sale dal prossimo 20 marzo.