Pinocchio sta per ritornare nei cinema, ancora una volta. La Disney sta infatti progettando una nuova versione, in questo caso live action, del romanzo scritto da Carlo Collodi, che arriva a 75 anni di distanza dall’uscita della celebre pellicola d’animazione portata nelle sale sempre dalla casa di Topolino.

La nuova versione con attori in carne e ossa di Pinocchio proverà a far dimenticare il tentativo, a dirla tutta non troppo riuscito, già compiuto da Roberto Benigni nel 2002. Il comico toscano arrivava dal successo clamoroso e dagli Oscar vinti per La vita è bella, ma la sua rilettura della storia di Carlo Collodi non aveva convinto molto pubblico e critica.

A riprovare a portare in vita il burattino su grande schermo sempre in carne e ossa c’ha provato di recente anche Guillermo del Toro. Il progetto del regista messicano, una versione in chiave dark di Pinocchio, è però al momento in standby e non si sa se vedrà mai la luce.

Migliore fortuna dovrebbe avere la Disney, che nel 1940 aveva firmato la versione cinematografica più celebre della storia di Pinocchio, benché ai tempi della sua uscita ottenne più consensi dalla critica che non dal grande pubblico. Riguardo al nuovo progetto i dettagli sono ancora top secret. Al momento si sa solo che al lavoro sulla sceneggiatura c’è Peter Hedges, che in passato ha firmato gli script di About a Boy e Buon compleanno Mr. Grape, mentre come regista ha in curriculum Schegge di April, L’amore secondo Dan e L’incredibile vita di Timothy Green.

L’idea di una versione recitata da attori dev’essere venuta alla Disney dopo i recenti successi ottenuti con fiabe live action come Maleficent oppure il recentissimo Cenerentola, che si sta rivelando uno dei maggiori incassi mondiali dell’anno. Pinocchio non è per altro l’unico progetto in tal senso in cantiere; la Disney sta infatti pensando anche a un film su Winnie the Pooh e a una nuova versione di Dumbo con la regia di Tim Burton, mentre sono in arrivo il prossimo anno pure La bella e la bestia e Il libro della giungla.