Il capolavoro di Collodi, Pinocchio, è probabilmente uno dei personaggi più amati dai bambini di tutte le generazioni. La buona notizia è che il bambino di legno al quale cresceva il naso dopo ogni bugia tornerà al cinema a Natale.

La nuova versione cinematografica sarà firmata da Enzo D’Alò, genio italiano dell’animazione. D’Alò, napoletano, classe ’53, è un regista diventato famoso nel 1998, anno in cui diresse La gabbianella e il gatto.

Dalla sua penna è nato un ritorno di Pinocchio imprevedibile e stravagante. Ci sono voluti quattro anni di lavoro, ad opera di uno staff eccellente, per realizzarlo: i disegni sono frutto del talento di Lorenzo Mattotti, le musiche sono l’ultimo grande lavoro lasciatoci da Lucio Dalla prima della sua improvvisa dipartita. Le voci dei personaggi sono firmate da grandi attori: Rocco Papaleo dà la sua voce a Mangiafuoco, Paolo Ruffini a Lucignolo, Maurizio Micheli al Gatto, Pino Quartullo è un carabiniere e il piccolo Gabriele Caprio è Pinocchio. Lo stesso Lucio Dalla, oltre ad aver impreziosito la pellicola con la colonna sonora, è il pescatore verde.

Il film sarà presentato alle Giornate degli Autori della 69esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Distribuito da Lucky Red, Il Pinocchio di Enzo D’Alò conferirà nuova vita all’artigianato italiano e, diversamente da quanto accaduto nella versione Disney, rispetterà pedissequamente i dialoghi originali di Carlo Collodi.