La casa toscana di Pino Daniele è stata messa in vendita. Si tratta della bellissima tenuta in cui il musicista napoletano aveva scelto di andare a vivere con la sua famiglia, in Maremma, e in cui aveva trascorso dieci anni della sua vita. Pino Daniele si trovava proprio in quella casa il giorno in cui avvertì il malore che poi gli fu fatale (il 4 gennaio scorso) e che gli fece perdere la vita nel vano tentativo di raggiungere il suo cardiologo a Roma.

Oggi, quella proprietà tanto amata dal musicista, a quasi un anno dalla sua scomparsa, è stata messa sul mercato dall’agenzia immobiliare Cassiano Sabatini di Roma, per un prezzo che non è stato comunicato. La residenza è sperduta tra giardini e ettari di terreni coltivati, ha una piscina, è grande quasi quattrocento metri quadrati e ha sette bagni. Insomma, un vero e proprio paradiso terrestre (se è concesso utilizzare questo termine), che qualcuno potrà assicurarsi pagando la somma per diventarne proprietario (che non sarà certamente esigua).

Il casale, uno dei più belli della Maremma, avrebbe in tutto circa venti stanze: il salone del piano terra può contare anche sulla presenza di un caminetto di Pino Daniele amava tanto, la cucina è in stile toscano, è disponibile un ascensore interno e in giardino è presente anche una dependence per gli ospiti.

Per Pino Daniele acquistare quella casa era stata la realizzazione concreta del suo amore per quei luoghi, che lui aveva iniziato a frequentare già agli inizi degli anni Ottanta. Ritirarsi nella “sua” Maremma significava anche riuscire a trovare nuovo stimolo non soltanto per la sua attività artistica ma anche imprenditoriale. Nel 2013, infatti, Pino Daniele aveva aperto il Tuscany Bay, un locale di tendenza, proprio su una spiaggia lì vicino.