Dopo vent’anni dall’ultimo lavoro, The Division Bell, i Pink Floyd tornano finamente sulla scena musicale con un nuovo album, il quindicesimo: ”The Endless River“.

Annunciato sui social da Polly Samson – moglie dello storico chitarrista David Gilmour – qualche mese fa (qui i dettagli), il quindicesimo lavoro della band fondata nel 1965 ha ora un nome, una copertina, una tracklist e una data d’uscita: il 19 novembre.

Nato proprio dalle sessioni musicali di Division Bell, nel 1993-1994, tra David Gilmour, Nick Mason e Rick Wright - scomparso nel 2008 a 65 anni – insieme al Britannia Row e Astoria Studios e senza Roger Waters che invece lasciò la band a fine anni ottanta, il nuovo lavoro è stato diviso in quattro parti.

Per questo motivo viene considerato come una sorta di tributo al musicista scomparso, e per la quale nel 2013 sono state aggiunte parti nuove e rivisitando il materiale per far si che il risultato fosse più attuale, se bene per la maggior parte strumentale e uno solo cantato: Louder Than Words.

L’album sarà disponibile in versione cd standard, doppio vinile o deluxe box (con dvd, immagini e contenuti extra). Per quanto riguarda la copertina questa è stata disegnata da un giovanissimo artista digitale, Ahmed Emad Eldin, mostrando un uomo su una barca verso l’infinito.

Questa la copertina:

Side one

  • “Things Left Unsaid”
  • “It’s What We Do”
  • “Ebb and Flow”

Side two

  • “Sum”
  • “Skins”
  • “Unsung”
  • “Anisina”

Side three

  • “The Lost Art of Conversation”
  • “On Noodle Street”
  • “Night Light”
  • “Allons-y (1)”
  • “Autumn ’68″
  • “Allons-y (2)”
  • “Talkin Hawkin’”

Side four

  • “Calling”
  • “Eyes to Pearls”
  • “Surfacing”
  • “Louder Than Words”

photo credit: Mr Bultitude via photopin cc