Dopo Favij e Federico Clapis (che nel frattempo ha annunciato il proprio addio dalle scene) con Game Therapy ecco arrivare su grande schermo un altro film nato da un fenomeno del web: stiamo parlando di The Pills Sempre meglio che lavorare, la prima pellicola a opera del famoso colletivo romano di youtuber.

Luca Vecchi, Luigi Di Capua e Matteo Corradini hanno collezionato milioni di visualizzazioni grazie ai loro filmati nei quali raccontano le ordinarie (ma non proprio) giornate di un gruppo di ragazzi alle prese con poche prospettive per il futuro e tantissima voglia di perdere tempo tra Playstation, ragazze, sostanze illecite e teorie improbabili tutte da verificare.

I corti dei The Pills, quasi sempre girati in un bianco e nero a mascherare la natura low budget dell’operazione, sono riusciti come pochi altri a imporre una cronaca puntuale, per quanto ironica, di una generazione che non trovando una strada disponibile è stata costretta a (o ha preferito) farsi da parte.

The Pills Sempre meglio che lavorare uscirà nelle sale il 21 gennaio grazie alla distribuzione di Medusa. Nel frattempo sono disponibili due clip promozionali del film, entrambe con ospiti davvero speciali.

Nella prima troviamo Giancarlo Esposito, l’attore italoamericano che i più conosceranno per la sua parte in Breaking Bad, il quale cerca di estorcere una ricetta tradizionale del pollo alla romana a nonna Rosetta: la barriera linguistica rende però del tutto inutili le minacce.

Nella seconda il protagonista è Gianni Morandi, il quale riceva una chiamata da Rosetta, in cerca di consigli per gestire i suoi social. Il cantante, ormai divenuto un vero e proprio esperto, si lascia sfuggire ironicamente che “la banalità vince sempre sull’odio”, per poi redarguire duramente un cameriere che gli porta lo champagne sbagliato.

Tra l’altro il collettivo dei The Pills in un video aveva collaborato proprio con Giancarlo Magalli, altra star del web che aveva avuto un piccolo screzio con Morandi a causa di un selfie negato.

Questa la sinossi ufficiale del film, cui partecipa anche Francesca Reggiani. Luigi, Matteo e Luca si conoscono dall’infanzia, hanno quasi trent’anni e nessuna intenzione di prendersi sul serio. Da anni sono paladini di una battaglia ideologica: immobilismo post-adolescenziale costi quel che costi. E così, invece di star dietro a stage e colloqui di lavoro, preferiscono tirare a campare fumando sigarette, bevendo caffè e sparando idiozie attorno al tavolo della loro cucina alla periferia di Roma Sud. Ma il lavoro è un nemico duro, che colpisce alle spalle e cerca di farti crescere quando meno te lo aspetti. E allora bisogna essere disposti a tutto pur di salvarsi. Disposti a qualunque cosa…