Inconveniente del mestiere per Piero Pelù, coinvolto in un brutto incidente durante il concerto tenutosi al Forum di Assago del 31 marzo.

Roberto Moncata, ristoratore di Modena, era infatti tra i 12mila spettatori che affollavano il palazzetto, ma la sua esperienza non è stata delle migliori.

L’uomo ha infatti raccontato di essere stato colpito dal microfono fatto roteare dalla rockstar, che per sbaglio è finito sul suo malleolo dopo essersi staccato dal cavo.

Pelù era intento a cantare la hit Tex, mimando con il microfono il classico movimento da cow-boy, quando è avvenuto l’incidente, per fortuna meno grave del previsto in quanto in quel momento l’uomo era di spalle rispetto al palco.

Nella testimonianza resa a La Gazzetta di Modena Moncata racconta di non aver ricevuto l’assistenza necessaria: “Ho subito notevoli danni, ma nessuno dell’entourage del cantante è venuto a sincerarsi delle mie condizioni”.

Moncata ha dichiarato di essere rimasto deluso dall’esperienza e di star pensando di fare causa al gruppo dei Liftiba, avendo anche ricevuto un danno economico quantificabile, referto alla mano: “Alla fine, quando ho chiesto di parlare con un responsabile, non è venuto nessuno. Ma come è possibile? Ho deciso di fare causa perché ho perso una parte del concerto, mi hanno fatto male e ieri sera a Modena avevo una cena per 50 persone. Non potendo lavorare ho dovuto prendere camerieri aggiuntivi. Per tutti questi motivi sporgo denuncia

A quanto pare la faccenda dovrebbe sistemarsi in seguito alla telefonata del portavoce di Piero Pelù che lo ha invitato per un chiarimento con il cantante: Moncata ha detto di essere pronto ad accettare le scuse e di voler devolvere in beneficenza ogni eventuale risarcimento.

Il cantante recentemente aveva contribuito a creare una polemica molto accesa durante il referendum costituzionale, quando aveva denunciato presunti brogli a causa dovuti alle matite non indelebili.