Si è spento al New York Presbiterian Hospital a 94 anni per cause naturali, il cantante americano Pete Seeger. La notizia è stata diffusa questa mattina dal New York Times citando il nipote Kitama Cahill Jackson.

Nato il 3 maggio 1919, il cantatautore americano, assieme a Woody Guthrie, è stato uno dei maggiori esponenti del folk tradizionale americano, distinguendosi anche per il  suo impegno politico: la sua fede comunista e le sue canzoni di protesta fecero inscrivere il suo nome nella lista nera delle autorità americane.

Seeger ha realizzato oltre 100 album: tra i brani più famosi If I had a hammer (Datemi un martello), scritta con Lee Hays che divenne in Italia un successo di Rita Pavone, e Where have all the flowers gone?, canzone anti-militarista per eccellenza. Conquistò la fama assieme al gruppo The Weavers, creato nel 1948, poi continuò a cantare come solista, spesso accompagnato dal suo banjo, nel corso di una carriera lunga sei decenni.