Si tratterebbe di un atto intimidatorio quello messo a segno nei confronti dell’auto del marito di Stefania Petyx, storica inviata siciliana di Striscia La Notizia, che da anni si batte per portare alla luce moltissime storie legate anche alla malavita. Nel corso degli anni la Petyx è diventata molto amata dal pubblico, sia per il coraggio dimostrato nelle sue inchieste giornalistiche di denuncia sia per alcuni tratti che l’hanno sempre contraddistinta, come il famoso impermeabile giallo che indossa sempre e come il fido compagno bassotto (che in realtà è una bassottina) che la segue in ogni servizio.

La scorsa notte un grosso petardo sistemato sotto l’auto del marito di Stefania Petyx – Donato Didonna, impreditore barese ma palermitano di adozione – ha mandato in frantumi tutti i vetri del veicolo, provocando, tra l’altro, anche un boato molto forte. L’auto era parcheggiata presso piazza dell’Origlione, molto vicino allo storico mercato di Ballarò, a Palermo. Sul posto sono poi intervenuti i Vigili del fuoco e la Polizia.

La Scientifica, dai primi rilievi, tende a ritenere che l’attentato compiuto all’auto del marito di Stefania Petyx sia senza dubbio un atto intimidatorio nei confronti della giornalista. Appena la notizia ha iniziato a diffondersi, l’inviata di Striscia ha cominciato a ricevere tantissimi attestati di stima da parte di colleghi, politici ma anche di utenti web e pubblico che la seguono con affetto e ammirazione.

Stefania Petyx, dal canto suo, ha cercato di tranquillizzare tutti, usando la sua tipica chiave ironica. Questo è il tweet che ha postato per rassicurare chiunque abbia a cuore la sua sorte:

https://twitter.com/StefaniaPetyx/status/689087040957353985