La Porsche su cui viaggiava l’attore Paul Walker, morto lo scorso 30 novembre a Los Angeles, andava a più di 160 chilometri orari.

E’ quanto emerso dall’autopsia e lo rivela anche il medico legale Kristy MacCracken.

Nel rapporto emerge anche che il conducente dell’auto, l’amico di Walker Roger Rhodes, avrebbe perso il controllo dell’auto per ragioni ignote. La vettura quindi, dopo essere rimbalzata varie volte tra gli alberi e aver colpito un palo, avrebbe infine preso fuoco, confermando le cause della morte dell’attore in lesioni di tipo traumatico e termico (foto by InfoPhoto).

Nel frattempo l’Hollywood Reporter ha rivelato che il personaggio di Paul Walker non morirà in “Fast and Furious 7″. La Universal sembrerebbe aver voluto cambiare la sceneggiatura e mandare l’agente Brian O’Connor in pensione, con l’obiettivo di regalare ai fan un’uscita di scena soddisfacente per il loro attore. L’uscita del film (come già anticipato qui) è prevista in sala per il 10 aprile 2015.