Nato a Glendale, in California, il 12 settembre del 1973, Paul Walker era il più grande di cinque fratelli. La sua era una famiglia umile, aveva studiato biologia marina ed era un grande ammiratore di Jacques Cousteau.

Una carriera iniziata prestissimo, la sua e dopo aver raccontato per più di un decennio sul grande schermo le corse clandestine in automobile e la passione per i motori, protagonista della serie cinematografica Fast & Furious, è stato tradito proprio dalla tanto amata alta velocità (foto by InfoPhoto).

È morto il 30 novembre 2013 a Valencia, a nord di Los Angeles, mentre si stava recando a un evento benefico organizzato dalla sua associazione, la Reach Out Worldwide, per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite dal tifone Haiyan nelle Filippine. Era a bordo di una Porsche Carrera Gt guidata da un amico.

La stampa locale riporta che la Porsche rossa si è schiantata contro un palo della luce e un albero e in seguito si è incendiata. Secondo la polizia locale la causa dell’incidente sarebbe stata l’alta velocità. Tra i primi ad affidare alla rete il suo dolore proprio il collega e amico Vin Diesel che ha postato su Instagram una loro foto insieme con un messaggio: “Fratello, mi mancherai tantissimo. Sono senza parole. Nel cielo c’è un nuovo angelo. Riposa in pace”.

Fan e amici dell’attore si stringono attorno alla famiglia e lo salutano su twitter: