Paul McCartney ha un nuovo, bizzarro amore. Le scelte originali sono spesso state il suo forte,  sia nel corso della sua carriera artistica che durante la sua vita personale. Adesso sir Paul è riuscito a stupire ancora una volta, decidendo di diventare il primo artista pop a sponsorizzare un torneo di sumo in Giappone. Il musicista ha confessato di essere un grande fan della tradizionale disciplina di lotta giapponese. Ha deciso così di sostenere il  Kyushu Grand Sumo Tournament, svoltosi a metà novembre e vinto dal campione Hakuho .

Il nome di sir Paul e la copertina del suo album “New” erano infatti effigiati sulle bandiere che sventolavano sul luogo dell’evento. La manifestazione, che si svolge nella città di Fukuoka, è conosciuta come la “Wimbledon del Sumo” e sia Paul che sua moglie, Nancy Shevell, hanno assistito alle gare. La star 71enne ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Mi piace molto il sumo, ne sono rimasto affascinato molti anni fa ed è stato bello e divertente assistere a questi grandi match».

Un incontro di sumo non è l’unico posto dove non ti aspetteresti di trovare una leggenda della musica. L’ex Beatles, infatti, ha deciso di fare un’esibizione improvvisata su un tram a New Orleans. L’artista era con la moglie e con la guardia del corpo quando ha deciso di cantare sul mezzo di trasporto pubblico. Ma invece che scatenare applausi, i presenti hanno scambiato il cantante per un mendicante un po’ matto e alcuni gli hanno anche fatto l’elemosina. Qualcuno però lo ha riconosciuto: “Ha iniziato a cantare passeggiando lungo tutta la carrozza. Quando ho capito di chi si trattava non ci potevo credere. E’ stato uno dei giorni più belli della mia vita”, ha rivelato una passeggera fortunata.