Una brutta gatta da pelare per Sir Paul McCartney. L’ex bassista dei Beatles, alla vigilia del suo tour in Giappone, si è visto obbligato a cancellare la prima data del tour ma, vedendo che le sue condizioni di salute non miglioravano, anche i due live rimanenti al Nippon Budokan di Tokyo e al Yanmar Nagai Stadium di Osaka sono stati definitivamente annullati.

Paul sarebbe alle prese con una brutta infezione causata da un virus e data la sua veneranda età (71 anni), i medici gli hanno consigliato di riposarsi completamente, anche se un portavoce ha dichiarato che il cantante ”sperava di poter recuperare. Paul è stato molto colpito dai messaggi dei fan ed è sconvolto dall’idea di dover lasciare. Tutte le possibilità di trovare una soluzione e riprogrammare gli spettacoli il più presto possibile sono in fase di studio”.

Questo il primo messaggio pubblicato sulla sua pagina ufficiale Facebook il 17 maggio, prima di salire sul palco della prima data a Tokyo: ”Vi ringrazio bel bellissimo e caldo benvenuto nel vostro paese. Sfortunatamente ho dovuto posticipare lo show di stasera a Tokyo. Ho preso un virus questo venerdì e dalle visite dei dottori mi è stato detto di non esibirmi questa sera. Sono veramente dispiaciuto per tutti i miei fan dato che non vedevo veramente l’ora di esibirmi, ma la situazione mi è sfuggita di mano. Assieme ai dottori sto facendo il possibile per stare meglio per il concerto di domani sera ed il resto della mia permanenza in Giappone. Stiamo pensando di riproporre lo show di stasera di lunedì e spero veramente che voi riusciate a venire“.

Ovviamente la promessa non poteva essere mantenuta, dato che le condizioni dell’ex Beatles non sono affatto migliorate durante la notte, tanto che gli stessi organizzatori hanno dovuto scrivere un comunicato con la brutta notizia: “Gli show al Tokyo National Stadium del 18 e 19 maggio verranno posticipati. I dottori hanno ordinato a Paul di riposarsi completamente e lo stesso ha fatto ciò che poteva per stare meglio. In tutta la sua carriera Paul ha dovuto riprogrammare le date dei suoi show solo una mangiata di volte in tutta la sua carriera ed è veramente sconvolto da tutta la situazione e odia deludere le persone. Questa mattina ha detto al suo staff che avrebbe provato ad esibirsi questa sera andando contro gli ordini dei dottori ma il suo team, assieme agli stessi dottori, non l’hanno permesso. è rimasto profondamente motivato dai messaggi d’amore e di supporto che ha ricevuto dai fan in Giappone. Paul ha dato specifiche istruzioni al suo team di sistemare nuovamente le date.

Il comunicato è terminato poi con un messaggio dello stesso Paul: “Grazie tante per i vostri gentilissimi messaggi di supporto. Ne sono veramente toccato. Sfortunatamente le mie condizioni non sono migliorate nella notte. Speravo veramente che mi sarei sentito meglio oggi. Sono veramente deluso e dispiaciuto di deludere i miei fan.

foto by InfoPhoto