Incredibile, per il terzo capitolo del film Bridget Jones la Universal Pictures è rimasta senza regista! Eh già, perchè dopo che l’indiscussa protagonista Renée Zellweger ha accettato di girare il sequel di Il diario di Bridget Jones e Che pasticcio Bridget Jones, il regista prescelto, ovvero Paul Feig, ha deciso di reclinare l’incarico. Visto il suo recente successo con Le amiche della sposa, Feig ha pensato bene di continuare a cavalcare l’onda girando l’ormai scontato sequel Le amiche della sposa 2.
La casa produttrice si è trovata così a pochi mesi dall’inizio delle riprese, attese per l’inizio dell’anno nuovo, a dover cercare un nuovo regista.
Riconfermati Renee Zellweger, Colin Firth e Hugh Grant per Bridget Jones 3 con lo scopo e forse la speranza di far dimenticare il flop del secondo capitolo della saga, Che pasticcio Bridget Jones, che incassò appena 282 milioni di dollari nel 2004. Chissà chi sarà il (S)fortunato a cui verrà affidato il compito… ma non ci resta solo che aspettare!