Patti Smith festeggia i 40 anni di uno dei suoi album che hanno fatto la storia del rock, “Horses”, con un tour mondiale che toccherà gran parte delle città del mondo.

Pubblicato nel 1975, agli arbori del punk, Horses è uno dei lavori considerato come vera e propria pietra miliare del rock nonché primo album dell’artista pubblicato per l’etichetta discografica Arista Records e prodotto da John Cale.

“Horses”, che nel 2012 è stato inserito nel National Recording Registry alla Library of Congress dal National Recording Preservation Board, è considerato come l’album meno eclettico tra suoi lavori pubblicati negli anni ’70, che va a segnare l’ingresso in un nuovo linguaggio musicale tutt’oggi attuale e d’ispirazione per molti artisti e musiciste.

L’album si apre con una cover di Vn Morrison, “Gloria”, seguito dalle note reggae di “Redondo Beach” e ancora “Birdland”, “Free Money”, “Kimberly”, “Break it up”, “Land”, considerato il capolavoro dell’album, che viene diviso in tre momenti – “Horses”, “Land Of a Thousand Dances”, “La Mer(De)” – fino a “Elegie” che chiude il lavoro della Sacerdotessa del rock.

Un tour mondiale che ovviamente non poteva non passare anche per l’Italia, paese da sempre amato dalla musicista, tanto da definirlo la sua “seconda casa”: nove date che percorreranno la penisola dal 14 giugno all’Eutropia Festival di Roma per terminare l’1 agosto a Villa Manin a Codroipo, in provincia di Udine. Sul palco ci saranno anche il chitarrista Lenny Kaye e Jay Dee Daugherty alla batteria, al fianco dell’artista sin dal 1975 e con la quale hanno registrato lo stesso album: tra gli altri anche il figlio di Patti, Jackson Smith, alla chitarra e Tony Shanahan al basso.

Queste tutte le date del tour mondiale:

  • 4 giugno – NOS Primavera Sound, Porto, Portogallo
  • 5 giugno – NOS Primavera Sound, Porto, Portogallo
  • 7 giugno – Field Day, Londra
  • 8 giugno – O2 Apollo, Manchester
  • 9 giugno – Royal Concert Hall, Glasgow
  • 11 giugno – Bergen Festival, Bergen
  • 12 giugno – Norwegian Wood, Oslo
  • 14 giugno – Eutropia Festival, Roma
  • 16 giugno – Anfiteatro Comunale, Catania
  • 18 giugno – Teatro Le Mulina, Firenze
  • 19 giugno – “Rumors Festival – Illazioni Vocali”, Teatro Romano, Verona
  • 20 giugno – Villa Arconati, Milano
  • 22 giugno – Alte Oper, Francoforte
  • 23 giugno – Tanzbrunnen, Colonia, Germania
  • 25 giugno – Rock Werchter Festival, Werchter, Belgio
  • 26 giugno – Down the Rabbit Hole, Beuningen, Paesi Bassi
  • 12 luglio – Stimmen Festival, Lörrach, Germania
  • 13 luglio – Tollwood Festival, Monaco
  • 14 luglio – Arena Wien Open Air, Vienna
  • 16 luglio – Hohentwiel, Singen, Germania
  • 19 luglio – Gurtenfestival, Berna, Svizzera
  • 21 luglio – Tollhaus, Karlsruhe, Germania
  • 22 luglio – Zeltspektakel Winterbach, Winterbach, Germania
  • 24 luglio – Les Nuits de Fourvière, Lione
  • 25 luglio – Paléo Festival Nyon, Nyon, Svizzera
  • 27 luglio – Parco della Certosa, Collegno (TO)
  • 28 luglio – Anfiteatro del Vittoriale, Gardone Riviera (BS)
  • 1 agosto – Villa Manin, Codroipo
  • 2 agosto – Krizanke, Lubiana, Slovenia
  • 4 agosto – Alter Schlachtof, Wels, Austria
  • 5 agosto – Archa Theatre, Praga
  • 7 agosto – A Summer’s Tale, Luhmühlen, Germania
  • 8 agosto – Junge Garde, Dresda, Germania
  • 9 agosto – Off Festival, Katowice, Polonia
  • 11 agosto – Tempodrom, Berlino
  • 13 agosto – Royal Theatre, Copenhagen
  • 14 agosto – Royal Theatre, Copenhagen
  • 15 agosto – Way Out West, Göteborg, Svezia
  • 17 agosto – Harpa, Reykjavík
  • 20 ottobre – Olympia, Parigi
  • 21 ottobre – Olympia, Parigi
  • 10 novembre – Beacon Theatre, New York City
  • 31 dicembre – The Fillmore, San Francisco