Svolta di carriera per Patrick Dempsey, che è in trattativa per unirsi al cast di Bridget Jones’s Baby, terzo capitolo della saga incentrata sull’impacciata figura interpretata da Renée Zellweger.

Il famoso attore protagonista del serial Grey’s Anatomy che ha abbandonato poco tempo fa tra non poche polemiche e discussioni, sta cercando di rilanciare una carriera cinematografica rimasta in stand-by negli ultimi anni.

La terza parte della saga dedicata a Bridget Jones, come il titolo eloquentemente lascia intuire, riprenderà la storia dopo che sono passati ben 12 anni e presenterà la dirigente editoriale alle prese con l’arrivo dei primi 40 anni, nonché con un’inaspettata gravidanza.

Al momento non sono stati forniti dettagli ulteriori sulla trama, ma è facile credere che Patrick Dempsey possa interpretare un possibile rivale dell’innamorato di sempre della Jones, ovvero il Mark Darcy che ha le sembianze di Colin Firth, e forse persino il padre del nascituro.

A quanto sembra Hugh Grant non ritornerà nel film, mentre è invece assicurato quello della regista de Il diario di Bridget Jones, Sharon Maguire. La storia raccontata nel film non sarà presa dall’ultimo libro della scrittrice Helen Fielding – Mad About The Boy, in cui i figli sono addirittura due – ma sulla rubrica tenuta dall’autrice. La sceneggiatura della pellicola sarà invece scritta da David Nicholls e dalla Maguire.

Dai report della produzione pare che le riprese di Bridget Jones’s Baby possano incominciare a breve, nel giro di qualche settimana. Per Dempsey potrebbe trattarsi di una delle ultime carte da giocare dopo un 2011 cinematografico poco esaltante in cui recitò nel terzo Transformers e ne Le regole della truffa; il suo ultimo successo di critica e pubblico risale probabilmente al 2007 con Come d’incanto in compagnia di Amy Adams.