Cambia postazione sul set Giorgio Pasotti che si cimenta nella regia con uno spot sociale per l’Anmar, l’Associazione Nazionale Malati Reumatici dal titolo ‘L’uomo che non guarda le stelle’, che sarà in programmazione sia nelle sale cinematografiche del circuito Opus che sulla piattaforma satellitare e sul web a partire dal 5 ottobre.

Un’esperienza che forse non sarà unica per l’attore romano che vede la regia nel suo futuro.

E’ stato l’attore stesso a dichiarare che da tempo ci stava pensandoe che vede nella regia un passaggio logico nella sua carriera.

Un ruolo che sicuramente potrà dargli emozioni più forti di quelle già provate da attore.

Pasotti ha inoltre spiegatoche l’occasione che l’ha visto coinvolto dietro la macchina da presa gli ha dato sicuramente uno stimolo in più; secondo l’attore, infatti, prestare il proprio lavoro a questo tipo di iniziative è una bellissima sfida.

Condensare un intero messaggio in pochi minuti di spot è sicuramente difficile ma anche stimolante.

Giorgio pasotti, classe 1973, è un bergamasco doc che, dopo aver conseguito ottimi risultati nella pratica del karate, decide di affrontare la strada che lo porterà al successo.

Nel 1998 appare sugli schermi cinematografici con i film italiani: I piccoli maestri, tratto dal romanzo sulla resistenza di Luigi Meneghello, ed Ecco fatto, opera prima di Gabriele Muccino, con Barbora Bobulova.