E’ uscito nelle sale ieri, 22 novembre, il quarto capitolo della saga horror Paranormal Activity. Inaugurato nel 2007 dal regista Oren Peli, con il suo primo episodio rappresentò un vero caso cinematografico. Girato con lo stile del falso documentario, in un’unica location (l’abitazione del regista) e con i protagonisti pagati appena 500 dollari, infatti, il film costò 15mila dollari riuscendo a incassarne oltre 100 milioni.

Come per il terzo episodio, sono i registi Ariel Schulman e Henry Joost a occuparsi della storia e, dalle attese, anche questo non sarà inferiore ai precedenti sotto il profilo degli incassi, sebbene alcune critiche siano già piovute da più parti. Se siete amanti del genere, questo week end è il momento di andare a scoprire la qualità della pellicola con i vostri occhi.

La trama: da quando una nuova famiglia si è trasferita nel quartiere, una ragazza è ossessionata da una presenza soprannaturale che si manifesta nella sua casa. Pensando che i fenomeni siano causati in realtà da un ragazzino che si diverte a fare scherzi, la teenager decide ugualmente, per sicurezza, di riprendere ogni cosa con una telecamera. Non si sa mai…

Il trailer: