Dopo essere stato incoronato persona dell’anno dalla rivista “Time”, adesso conquista un’altra copertina: quella del “Rolling Stone”.

Sulla cover dello storico settimanale musicale statunitense il profano stavolta cede il posto al sacro. Ed è così che compare Papa Bergoglio.

L’immagine è del fotografo Stefano Spaziani che, oltre ad aver ritratto personaggi del mondo dello spettacolo quali Vittorio Gassman e Alberto Sordi, è stato ritrattista ufficiale prima di Joseph Ratzinger e adesso del suo successore (foto by InfoPhoto).

Nell’articolo di Mark Binelli, Papa Francesco viene descritto come il fautore di una “rivoluzione gentile” che sta investendo il Vaticano, la Chiesa, e tutta la cultura a livello mondiale.

“Francesco sta cambiando la Chiesa in modi reali attraverso parole e gesti simbolici” sostiene Padre Thomas J. Reece, citato nell’articolo in quanto analista del National Catholic Report. “Lui potrebbe sedersi nel suo ufficio, passare al vaglio il diritto canonico e iniziare a cambiare regole e regolamenti. Ma non è questo che la gente vuole da lui”.

Sotto la foto del Pontefice, il titolo del terzo album di Bob Dylan “The times they are a-changin” (I tempi stanno cambiando).  A distanza di 50 anni forse Papa Francesco è stato capace davvero di rilanciare il messaggio della chiesa in meno di un anno di pontificato, di dare segnali forti, di dire parole

sia stato capace, in meno di un anno di pontificato, di rilanciare il messaggio della Chiesa, attraverso gesti concreti, vicini al popolo.

Ecco l’immagine di copertina:

papa francesco

papa cover