Paolo Limiti non ha peli sulla lingua e non si fa problemi a dire la sua su alcune cantanti tra le più popolari nello scenario musicale attuale. Ospite della trasmissione “I Radioattivi” su Radio Club 91, il conduttore ha infatti sparato a zero su Emma Marrone e Alessandra Amoroso, reduci del talent show “Amici”, e non si risparmia nemmeno sulla talentuosa Malika Ayane:

“Emma Marrone e Alessandra Amoroso dive? Semmai tra cinque anni, ma ora non hanno ancora personalità e il modo giusto di interpretare. Devono aspettare come fece Barbra Streisand. Malika Ayane? Fa canzoni difficili, irriproducibili e poi a volte manca l’intonazione. Nessuno si identifica abbastanza in loro da poter essere considerate dive”.

A differenza delle popstar del momento, Limiti invece elogia la grande Mina, per cui scrisse brani come “Bugiardo e incosciente”, “La voce del silenzio” ed “Eccomi”:

“Se la vita non ci fosse la musica sarebbe come dire che non ci sono i tramonti e gli animali che amiamo. Mina è esattamente quello che ti provoca la canzone quando la senti. L’idea è che ogni cantante diventa la canzone che canta. Se non avessi incontrato Mina quelle canzoni sarebbero nate lo stesso perché per fortuna ci sono altri bravi cantanti nel mondo, però certo non sarebbero nate con quell’impronta e in quella maniera. Quelle canzoni erano irripetibili, come ogni persona lo è”.

Per il conduttore, quindi, le giovani cantanti, nonostante siano seguite da milioni di fan, ne hanno di strada da fare per arrivare al livello di un’artista come Mina, diva per eccellenza del panorama musicale italiano.