Il confronto tra i sostenitori del No e del Sì al referendum costituzionale si fa ancora più caldo, anzi hot, con l’ingresso in campo di Paola Saulino.

L’attrice napoletana ha infatti deciso di seguire la scia lasciata da Madonna, la quale durante un concerto aveva promesso che avrebbe praticato sesso orale a tutti coloro che avrebbero votato Hillary Clinton alle elezioni presidenziali, affermando di essere pronta a fare lo stesso per coloro che voteranno contro la riforma costituzionale.

L’accordo non è mai stato mantenuto, forse anche a causa della vittoria di Donald Trump (per quanto la candidata democratica abbia raggranellato più preferenze), ma evidentemente il format elettorale ha attecchito.

La Saulino, che attualmente lavora a Los Angeles, in effetti si era in un primo momento offerta come assistente della cantante nell’onerosa opera di soddisfacimento sessuale per gli elettori della Clinton, ma ha poi preferito occuparsi di questioni patriottiche.

Gli oppositori di Matteo Renzi dovranno però recarsi direttamente negli Stati Uniti per ricevere l’ambito premio, in quanto l’attrice partenopea non ha giustamente intenzione di inaugurare un vero e proprio tour: un possibile deterrente che potrebbe provare un calo dell’afflusso alle urne?

Tornando a questioni più serie, Paola Saulino, classe 1989, è principalmente conosciuta per due piccoli ruoli conquistati nel film Pazze di me di Fausto Brizzi, risalente al 2013, e nella serie tv di Sky 1992: al momento invece è occupata nelle riprese di un film che si sta girando in quel di Los Angeles.