Si dichiara soddisfatto Urbano Cairo per i risultati ottenuti nell’ultimo anno da La7, che risulta la tv generalista in maggiore crescita in termini di ascolti. Un trend che sta seguendo anche la La7d, che conferma un target femminile che va dai 25 ai 54 anni.

“È un risultato positivo importante, soprattutto considerando che partivamo in una situazione di maggiore competizione con canali come TV8 e NOVE. A quanto pare abbiamo lavorato bene e fatto le scelte giuste” – sottolinea l’editore, che coglie l’occasione per complimentarsi con la sua intera squadra di lavoro: “Ci sono trasmissioni che voglio citare in maniera particolare come Otto e mezzo, che ha avuto una crescita strepitosa anche grazie a Lilli Gruber e alla sua redazione. È per questo che, essendo il suo contratto in scadenza, abbiamo deciso di rinnovarlo fino a tutto il 2022”.

Subito dopo Otto e mezzo, a partire da novembre, ci sarà una novità: una cartolina satirica curata da Corrado Guzzanti, una delle importanti new entry di quest’anno.
L’altra, com’è stato ampiamente annunciato, è quella di Diego Bianchi “Zoro” con un programma ancora in via di lavorazione, che arriverà con tutto il suo team (quello con cui realizzava Gazebo, su Rai3) tra cui il disegnatore Makkox, a cui verrà affidata una striscia quotidiana tra le 19.30 e le 20.00 che si chiamerà Skroll e sarà un racconto della giornata realizzato usando il materiale trovato sui social, in particolare su Instagram. Lo scopo è quello di fare da traino al Tg serale di Enrico Mentana, che rimarrà una delle punte di diamante della rete anche con Bersaglio Mobile e le sue ormai mitiche maratone.

“Abbiamo rinnovato il contratto anche a Giovanni Minoli, che tornerà la domenica con il suo Faccia a Faccia e a Corrado Formigli, sempre al timone di Piazzapulita. Per quest’ultima dobbiamo ancora trovare la collocazione, come per gli altri programmi del prime time a parte ovviamente Dimartedì di Giovanni Floris, che lo scorso anno ha quasi sempre battuto il concorrente di Rai3” – continua Cairo che, al momento, non conferma la copertina di Luca e Paolo (ora in Rai) nel programma di Floris.

Per quanto riguarda la chiusura de La Gabbia, spiega: “L’unica motivazione che c’è dietro a questa scelta è il fatto che andava in onda da ben quattro anni e ora anche per Gianluigi Paragone, che continua a lavorare con noi, è arrivato il momento di fare qualcosa di nuovo. Io lo vedrei bene con delle inchieste sul campo, comunque ci stiamo lavorando”.
Nella prossima stagione ci sarà anche il ritorno di Atlantide – Storie di Uomini e di Mondi, stavolta curato dal giornalista Andrea Purgatori.
Continuerà a far parte de La7 anche Luca Telese, che ora sta avendo un grande successo con In Onda in coppia con David Parenzo (che ha un contratto con la rete fino a tutto il 2020).

Confermati nel day time Omnibus con Alessandra Sardoni e Gaia Tortora, Coffee Break con Andrea Pancani, L’aria che tira con Myrta Merlino e Tagadà con Tiziana Panella. Nel pomeriggio, dopo quest’ultimo, arriverà una nuova stagione dello showcooking Cuochi e fiamme, sempre condotto da Simone Rugiati.
Sul fronte serie tv La7 ha acquistato Star Trek e non mancheranno Grey’s Anatomy e L’Ispettore Barnaby. Per il cinema d’autore la rete ha acquistato otto film di Nanni Moretti, che verranno da lui stesso introdotti.
Un volto che rivedremo su La7 sarà quello di Francesco Facchinetti, alla conduzione di Miss Italia a settembre. Pare invece non sarà riproposto il talent di comici Eccezionale veramente.

Inevitabili le domande sui tanto chiacchierati contatti tra Urbano Cairo, Fabio Fazio e Massimo Giletti: “Giletti lo stimo molto, fa una tv dove coniuga alto e basso con successo, però non abbiamo avuto contatti con lui e nemmeno con Fazio, nonostante sia in ottimi rapporti con il suo manager Beppe Caschetto”.