La stagione televisiva 2014/2015 di La7 sarà all’insegna dell’informazione.

Lo si è compreso chiaramente dopo la conferenza stampa di presentazione del nuovo palinsesto e dei nuovi acquisti effettuati da Urbano Cairo, il proprietario della rete.

La notizia che più aveva destato interesse negli ultimi giorni era stata proprio quella del passaggio di Giovanni Floris dalla Rai a La7, con conseguente abbandono della sua creatura Ballarò.

Il conduttore, che ha firmato un accordo della durata di 5 anni, guiderà un talk show previsto per il martedì sera (e che si scontrerà proprio con il suo ex programma) e condurrà una striscia quotidiana di approfondimento prima del tg serale di Enrico Mentana, altro volto di punta della rete.

Floris poi ritroverà in scuderia anche il compagno Maurizio Crozza, che come una volta curerà l’introduzione comica del talk show e che sarà nuovamente protagonista del suo Paese delle meraviglie, previsto per il venerdì.

Ritornano anche Riccardo Formigli e il suo Piazzapulita, Santoro (dato erroneamente in partenza per la Rai) con l’ormai storico Annozero del giovedì, e Gianluigi Paragone e la Gabbia, spostato alla domenica sera.

Quote di rosa di tutto rispetto a La7, che nella giornata di mercoledì mette in campo la veterana Daria Bignardi, padrona di casa del salotto delle Invasioni barbariche, la versione serale di L’aria che tira di Myrta Merlino e la giovane Giulia Innocenzi cui è stato affidato AnnoUno. Immancabile poi l’inossidabile Lilli Gruber, che con 8 e ½ occuperà saldamente la striscia quotidiana delle 20.40.