Dal 4 al 25 ottobre la città ligure di Albenga celebra il grande cantautore italiano Fabrizio De Andrè, grazie alla quarta edizione del festival a lui dedicato. Il messaggio inaugurale scelto per quest’anno è “Insieme continuiamo a essere trafficanti di sogni“, che introduce l’altro immenso ed indimenticato personaggio che sarà celebrato durante la manifestazione, don Gallo.

Ottobre De Andrè è stato ideato quattro anni fa per ricordare Pepi Morgia, regista e light designer ma soprattutto grande amico del cantautore genovese. Patrocinato dalla Regione Liguria e curato dall’associazione “I fieui di carruggi”, il festival avrà anche lo scopo di raccogliere fondi a favore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova.

Scopriamo dunque il fitto programma di di appuntamenti: si parte oggi, 4 ottobre, alle ore 17, a Palazzo Scotto Nicolari con “Il sogno e l’avventura”, tratto da un libro di poesie di Riccardo Mannerini, amico di De Andrè. Nel corso della serata il figlio di Riccardo, Ugo Mannerini, ricorderà il padre attraverso i racconti, le poesie e gli aneddoti sulla grande amicizia tra due personaggi della Genova dei caruggi e al termine Alberto Lupi Musso al pianoforte, Marisa Fagnani, voce e chitarra e Gianni Martini alla fisarmonica suoneranno le canzoni tratte dalle stesse poesie.

Domenica 12 ottobre, alle ore 17, sarà il momento del Gran concerto per don Gallo, al cinema Teatro Ambra di Albenga, a cui parteciperanno Cristiano De Andrè, Aldo Ascolese, Roberta Alloisio, Fabio Vernizzi e il gruppo dei Liguriani.
Sabato 18 ottobre, sempre alle ore 17, al Museo della civiltà dell’olivo andrà in scena l’ironia di Carlo Denei dei “cavalli marci” e la musica di Massimo Schiavon.

Sabato 25 ottobre ci sarà il gran finale, al cinema teatro Ambra, che dalle ore 17 si animerà con tutti i personaggi che hanno percorso la vita di Faber: la moglie Dori Ghezzi e Antonio Ricci, Franco Fasano e Shel Shapiro, Danila Satragno, Enrico Maria Papes, Max Manfredi, Oscar Prudente, Davide Geddo, Mauro Vero, Franchino Piccolo, Gianni Gollo e Paolo Frola.

(photo credit: Ottobre De Andrè on Facebook)