Doveva essere il suo anno e così è stato. Dopo tante delusioni e sconfitte, finalmente Leonardo DiCaprio è riuscito ad agguantare la statuetta dorata e si aggiudicato l’Oscar di miglior attore protagonista grazie alla sua interpretazione molto sentita, soprattutto fisicamente, in Revenant – Redivivo.

Nonostante la pellicola di Alejandro González Iñárritu si sia aggiudicata tre premi, oltre a quello di miglior attore anche quello per il miglior regista e per la miglior fotografia, alla fine non è riuscita a ottenere il riconoscimento più importante, l’Oscar per il miglior film dell’anno, andato piuttosto a sorpresa a Il caso Spotlight.

Leonardo DiCaprio comunque può festeggiare il suo Oscar personale, tanto desiderato e che finora gli era sfuggito per quattro volte, cinque se contiamo pure la nomination in veste di produttore per The Wolf of Wall Street.

Molto significativo il discorso di ringraziamento che l’attore, anzi il miglior attore protagonista dell’anno, ha fatto. Visibilmente soddisfatto per l’Oscar conquistato, DiCaprio ha ringraziato il regista Alejandro González Iñárritu, il collega Tom Hardy e chi ha lavorato alla realizzazione di Revenant – Redivivo.

Leonardo DiCaprio non ha però dimenticato il suo impegno ambientalista e dal palco degli Oscar ha dichiarato: “E così la nostra produzione è stata costretta a spostarsi nella parte più a sud del pianeta per trovare la neve. I cambiamenti climatici sono reali, sta succedendo proprio ora”.

Per DiCaprio è la “minaccia più urgente che abbia mai affrontato la nostra specie”, quindi è necessario “lavorare collettivamente e smettere di procrastinare. Dobbiamo sostenere i leader in giro per il mondo che non parlano a nome dei grandi inquinatori e delle grandi corporation, ma che parlano a nome di tutta l’umanità, inclusi gli indigeni e le miliardi di persone che sono meno fortunate e sulle quali l’impatto di tutto ciò sarà molto più devastante. Dobbiamo farlo per i figli dei nostri figli, e per quelle persone la cui voce è stata soffocata dall’avidità dei politici. Non diamo per scontato questo pianeta. Io non davo per scontata questa serata”.