A Los Angeles si è da poco chiusa la cerimonia di premiazione degli Oscar 2015, che ha visto il trionfo del Birdman di Alejandro Gonzales Inarritu, ma a unire italiani entusiasti e scontenti del verdetto degli Academy c’è una dimenticanza che ha coinvolto uno dei più grandi registi del nostro Paese, Francesco Rosi.

Come al solito si è svolta la tradizionale rubrica In Memoriam, che celebra i professionisti del cinema che non deceduti durante l’anno intercorso dall’ultimo Oscar.

A presentarla la pluripremiata attrice Meryl Streep, che ha espresso il proprio rammarico con parole molto semplici ma efficaci, rivolgendosi agli scomparsi: “Siamo stati fortunati a condividere una parte della nostra vita insieme a voi, non ci sarà più nessuno come voi”.

Sono quindi sfilate le immagini di coloro che sono stati ricordati dagli Oscar 2015: Robin Willams, Alain Resnais, Laurent Bacall, Eli Wallach, Bob Hoskins, Mike Nichols, Gabriel Garcia Marquez,, Michey Rooney, Paul Mazursky, H. R. Giger, James Garner,

Tra gli italiani l’Academy ha voluto omaggiare il grande compositore Riz Ortolani, la leggendaria Virna Lisi e persino un’attrice adottata dal tricolore, Anita Ekberg, ma dopo pochi istanti dalla fine del video sui social network si era già scatenata la polemica. Francesco Rosi che fine ha fatto?

Difficilmente i membri dell’associazione si sono dimenticati del grande regista di Le mani sulla città, Lucky Luciano, Cadaveri eccellenti, Cristo si è fermato a Eboli, Cronaca di una morte annunciata e molti altri, vincitore dei maggiori premi cinematografici del mondo (a Venezia, Cannes e Berlino), ma incidentalmente mai agli Oscar.

Molto più probabile dunque un disguido in fase di montaggio del filmato realizzato per gli Oscar 2015, ma in ogni caso estromettere Francesco Rosi è stata una gaffe che ha fatto arrabbiare non poco i cinefili, battaglieri come pochi nel sostenere il vincitore Birdman, ma sempre pronti a omaggiare i maestri della settima arte.

Tra l’altro anche in patria ci sono state polemiche molto dello stesso tenore per quanto riguarda l’esclusione di Joan Rivers dal video, ma in questo caso la sua assenza potrebbe essere collegata alla comicità priva di filtri che ha sempre contraddistinto l’attrice.