Clamoroso a Hollywood: nelle ultime ore la lotta per gli Oscar 2015 sembra essersi riaperta. Stando alle ultime indiscrezioni, il grande favorito della vigilia Boyhood potrebbe non andare incontro a un trionfo così scontato. I giochi ormai sono fatti, le schede dei circa 6000 votanti dell’Academy sono state consegnate e voci di corridoio suggeriscono la presenza di possibili sorprese.

La notte degli Oscar si terrà domenica notte e il clima in quel di Los Angeles si sta facendo sempre più infuocato, sotto tutti i punti di vista. Al Dolby Theatre che ospiterà l’evento è scattato ieri un allarme bomba, dopo che un uomo nei pressi del teatro è stato fermato con dell’esplosivo nell’auto. Alla fine si è trattato di un falso allarme, ma l’allerta terrorismo a Los Angeles rimane al massimo.

Grande tensione anche per quanto riguarda i premi che verranno assegnati. La vittoria di Boyhood nelle ultime ore pare tutt’altro che certa. Sembra infatti che molti dei membri dell’Academy abbiano considerato Boyhood un film dallo spunto geniale, con la sua realizzazione distribuita nell’arco di 12 anni, ma troppo semplice nella realizzazione e abbiano preferito optare per un’altra scelta. Chi vincerà allora l’Oscar di miglior pellicola dell’anno?

I giochi sembrano essersi riaperti. L’alternativa più accreditata a Boyhood è quella di Birdman, il film girato con un finto piano sequenza da Alejandro Gonzalez Inarritu, ma è spuntato fuori pure il nome di American Sniper, il controverso lavoro di Clint Eastwood incentrato sulla figura del cecchino Chris Kyle, una pellicola che ha scatenato una marea di discussioni e ha riscosso un enorme successo ai botteghini mondiali.

Grande incertezza anche per il premio di miglior attore protagonista, con una lotta apertissima tra il veterano Michael Keaton di Birdman e il giovane Eddie Redmayne di La teoria del tutto, mentre tra le attrici protagoniste Julianne Moore non sembra avere rivali. Tra i non protagonisti, i favoritissimi restano J.K. Simmons di Whiplash e Patricia Arquette di Boyhood. Il premio per il miglior regista se lo contenderanno invece Richard Linklater di Boyhood e Alejandro Gonzalez Inarritu di Birdman.

Per scoprire chi si aggiudicherà i premi, che a questo punto si preannunciano più incerti che mai, sarà possibile seguire la diretta su Sky Cinema Oscar domenica 22 febbraio a partire dalle ore 22.50. Attenzione però perché quest’anno sarà possibile godersi la nottata degli Oscar anche in chiaro, grazie a Cielo Tv, sempre a partire dalle 22.50 con le anticipazioni e il red carpet, in attesa della cerimonia di premiazione che prenderà il via alle 2.30 di notte.