Ci siamo, l’Italia è a un passo dall’Oscar. La notizia è freschissima, ma l’entusiasmo è già alle stelle e sul web, anche se si tratta solo di una nomination (per ora), gli italiani già parlano di vittoria. La grande bellezza di Paolo Sorrentino (qui la scheda) è candidata agli 86esimi Academy Awards (qui tutte le nomination)

Non capitava dal 2006 quando la nomination come miglior film straniero andò a La bestia nel cuore di Cristina Comencini che, però, non riuscì a stringere la statuetta d’oro. L’ultimo Oscar italiano, infatti, risale al ’99 quando Roberto Benigni saltò da una poltrona rossa all’altra per andare a ritirare  tra lacrime di gioia, il premio dalle “mani amiche” di Sofia Loren. La vita è bella ebbe anche il premio come migliore attore (Roberto Benigni) e come migliore colonna sonora grazie a Nicola Piovani.

Continua quindi inarrestabile la marcia trionfale della pellicola interpretata da Toni Servillo, personaggio indolente in una Roma dal sapore vagamente felliniano. Dopo il successo di critica a Cannes, i premi Efa (gli oscar europei) e il Golden Globe, ora per il regista napoletano la possibilità concreta di conquistare la statuetta più ambita.

Nel frattempo l’Italia del cinema in questi giorni sui social network resta divisa sul film di Sorrentino. Il dibattito vede alcuni detrattori che giudicano la pellicola un prodotto che piace all’estero perché mostra un’Italia dalla “grande bellezza” appunto, ma al contempo decadente, cialtrona e corrotta. Sono tanti però gli entusiasti per questa nomination, tra chi ama il cinema di Sorrentino e chi plaude al ritorno sul palcoscenico internazionale di un titolo italiano.

Sta di fatto, che dopo la vittoria ai Golden Globe, il film di Sorrentino è il super favorito per la vittoria dell’Oscar alla cerimonia di Los Angeles il 2 marzo.