Il Festival del Cinema di Berlino è l’argomento più trattato in questi giorni da tutti i cine appassionati, un kermesse da sempre riconosciuta per la qualità dei film in concorso e non, per i nomi della giuria e per gli attori e registi di fama internazionale che calcano il suo red carpet.

La sesta giornata del Festival ha visto protagonista indiscussa Meryl Streep, premiata dalla giuria del Berlinale con uno speciale Orso d’Oro alla Carriera.

In occasione della premiazione è stato proiettata l’ultima fatica dell’attrice, “The Iron Lady”, una pellicola biografica che racconta la vita di Margaret Tatcher, la prima donna ministro che riuscì a cambiare il corso della storia.

La protagonista del film, per la regia di Phyllida Lloyd, sta facendo incetta di premi in tutte le manifestazioni cinematografiche. Un BAFTA come miglior attrice, miglior attrice in un film drammatico per la giuria dei Golden Globes e anche una nomination all’Oscar, sempre come miglio attrice protagonista.

La Streep ha dichiarato:

E’ molto strano trovarsi in una posizione dove la gente ti dice,’ Oh, penso che stai andando a vincere qualcosa, oh io non penso che avrai chance quest’anno’. Improvvisamente ti senti come se fossi in un evento sportivo a cui non ti sei iscritta. Hai fatto un lavoro in un film di cui sei orgogliosa e si spera che la gente andrà a vederlo e improvvisamente ti trovi ad allenarti per il Superbowl.