Dopo il grandissimo successo delle due regie di Basilicata Coast to Coast e Una piccola impresa meridionale ritorna al cinema Rocco Papaleo con la sua nuova commedia, Onda su onda.

Il film in uscita il 18 febbraio, il cui titolo è tratto da una famosa canzone di Paolo Conte, vede nuovamente l’attore – regista collaborare con il sodale e amico Alessandro Gassmann.

Lo scenario della pellicola non potrebbe essere più esotico, dato che come è possibile vedere dal trailer si passa dalle navi di crociera all’Uruguay: Papaleo (che recentemente ha avuto qualche guaio legato a una comparsata televisiva) abbandona dunque per un po’ le amate terre natie per dedicarsi alla sorte degli italiani all’estero, un po’ come fatto anche da Checco Zalone.

La vicenda del film, come da tradizione, è basata sul più classico degli scambi di identità. Ruggero e Gegè sono due passeggeri di una nave che li sta portando a Montevideo, ma la coppia non potrebbe essere più eterogenea: il primo è infatti un cuoco burbero e solitario, mentre l’altro è un cantante esuberante e piuttosto esagitato.

Per entrambi però il viaggio rappresenta una speranza di rinascita, dato che Gegè si attende il rilancio di una carriera arenatasi presto e Ruggero vuole rifarsi una nuova vita cercando fortuna in terra uruguagia .

Un imprevisto li costringerà all’accennato scambio di identità, con Ruggero che si improvviserà cantante seguendo i suggerimenti di Gegè. A scombinare le carte una donna, Gilda Mandarino, interpretata dalla Luz Cipriota di Terra ribelle – Il nuovo mondo, organizzatrice dell’evento musicale al quale devono prendere parte.