Elogiato finanche dal genio di Steven Spielberg, il film Once, benché sia stato girato in poche settimane di lavorazione, ha avuto un seguito di critica ed un passaparola tale da risarcire questa produzione low budget di un ottimo successo di pubblico e di una conseguente affluenza al botteghino della sala cinematografica, per poi ottenere un interessante risultato commerciale attraverso il mercato dell’ home video.

La trama del film, che si dipana sul romantico sfondo della città di Dublino, racconta l’incontro poetico tra una ragazza trasferitasi dalla Repubblica Ceca, talentuosa al pianoforte ma che sbarca il lunario vendendo fiori, ed un giovane artista di strada che si esibisce con concertini di genere rock-folk – che nella realtà è Glen Hansard e suona in una band musicale irlandese, dal nome “The Frames” – da cui, oltre ad una storia d’amore, nasce l’idea ispiratrice per una composizione.

La speranza, nella pellicola, che questa iniziativa creativa porti i due protagonisti un futuro roseo e comune, si è realizzata per i due attori, indipendentemente, con il successo confermato dai numerosi premi, tra i quali spicca l’oscar per “Falling Slowly”, il liet motiv del film.

Si può affermare che sia quasi un musical, ma inteso nella maniera più originale del termine poiché, pur non rientrando esattamente nel genere, i dialoghi del film sono cantati per la maggior parte del tempo.