Arriverà al cinema il 2 marzo 2017 l’attesa nuova fatica cinematografica di Maccio Capatonda, denominata con intento sarcastico Omicidio all’italiana.

La pellicola diretta dal comico, il cui vero nome è Marcello Macchia, è infatti una sapida satira della morbosa curiosità che il pubblico italiano (e internazionale, a dire il vero) nutre per tutti i fatti di cronaca nera particolarmente efferati. Oltre ovviamente allo sfruttamento indegno perpetrato da televisione e giornali.

La trama del film, cui prendono parte anche il sodale Herbert Ballerina (recentemente protagonista di Quel bravo ragazzo), Ivo Avido, Sabrina Ferilli (in odore di gravidanza?), Antonia Truppo e Fabrizio Biggio (del duo dei Soliti idioti) ci porta infatti in un piccolo paesino sperduto dell’entroterra abruzzese.

Uno strano omicidio sconvolge la vita sempre uguale di Acitrullo. Quale occasione migliore per il sindaco (Maccio) e il suo vice (Herbert) per far uscire dall’anonimato il paesino? Oltre alle forze dell’ordine infatti, accorrerà sul posto una troupe del famigerato programma televisivo “Chi l’acciso?”, condotto da Donatella Spruzzone (Ferilli). Grazie alla trasmissione e all’astuzia del sindaco, Acitrullo diventerà in men che non si dica famosa come e ancor più di Cogne!

Nel trailer da poco pubblicato non mancano i giochi di parole e le situazioni surreali che hanno fatto la fortuna del Maccio Capatonda televisivo, per quanto il suo primo exploit cinematografico, Italiano medio, non abbia riscontrato altrettanto successo.

Una maggiore attenzione per la messa in scena e un tema particolarmente attuale sembrano però promettere bene: in ogni caso basterà attendere meno di un mese.