Continua la guerra di “Striscia la notizia” contro “Masterchef“. Il tg satirico aveva accusato il vincitore dell’edizione di quest’anno, Stefano Callegaro, di essere un cuoco professionista e quindi di aver violato il regolamento del talent show culinario. Nell’ultima puntata del programma di Canale 5 sono stati mostrati dei documenti inediti, in particolare l‘annuncio di lavoro pubblicato dalla Unilever Food Solutions (quella del brand Knorr) per cui Callegaro avrebbe lavorato. Così come si legge nell’annuncio, l’azienda ricercava dei professionisti:

“Unilever Bestfoods Italia [...] ricerca chef venditori, responsabili della promozione e vendita della linea di prodotti”.

L’azienda, quindi, utilizza un team di chef professionisti, così come si legge anche sulla pagina del suo sito Internet:

“Usiamo le nostre conoscenze per aiutare gli chef e tutti i professionisti della ristorazione ad aggiornarsi sulle nuove tendenze e sull’evoluzione del gusto. Grazie ad un gruppo specializzato di cuochi professionisti e di nutrizionisti siamo in grado di aiutare i nostri clienti a proporre offerte equilibrate: piatti saporiti e nutrienti serviti costantemente al livello qualitativo più alto”.

L’inviato di “Striscia” Max Laudadio, per accertarsi della filosofia aziendale, ha intervistato anche Domenico Follo, che ha lavorato come chef alla Unilever e ha chiarito le posizioni aperte dell’azienda nel periodo in cui è entrato nello staff Callegaro:

“Lo chef promoter è un cuoco che prepara il prodotto davanti al cliente. Per questa posizione l’azienda selezionava dei professionisti e durante l’arco dell’anno ci incontravamo per sessioni di aggiornamento”.