Al via la seconda stagione di Non Uccidere la fiction con Miriam Leone che in anteprima su RaiPlay ha raggiunto il milione di visualizzazioni in una settimana. Stasera, lunedì 12 giungo, in prima serata su Rai2 andrà in onda la seconda stagione della serie noir Non uccidere con Miriam Leone nelle vesti  di Valeria Ferro, l’ispettore della squadra omicidi della Mobile di Torino chiamata a fare luce su una serie di torbidi delitti consumati tra mura domestiche e piccole comunità chiuse.

Una serie che nella prima stagione ha appassionato milioni di italiani che hanno già visto alcuni episodi su Rai Play, il portale ion demand della televisione pubblica,  che l’ha mandata in onda in anteprima esclusiva.

Anche in questa stagione la protagonista del racconto è sempre lei, Valeria, una poliziotta giovane ma estremamente abile, forte di un intuito fuori dal comune e soprattutto di un’ossessione che muove tutto il suo agire: quella per la verità. Il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. Nella prima stagione, con l’uscita dal carcere di Lucia, Valeria ha affrontato i fantasmi del passato cercando di scoprire la verità riguardo alla morte del padre: chi l’ha ucciso davvero?

Non Uccidere 2: le anticipazioni della prima puntata

Nel primo episodio della seconda stagione, in onda da lunedì 12 giugno,  l’ispettore Ferro si troverà ad indagare su un caso particolarmente complesso e difficile da risolvere. Quando viene trovato il corpo senza vita di Susanna Bianco i primi sospetti ricadono sul marito, Dario Bianco, già accusato di violenze nei confronti della moglie.  Susanna era riuscita a fuggire di casa con il figlio Federico trovando rifugio in un centro di assistenza per donne maltrattate in cui tutte le ospiti vivono in incognito. Alessia Randi, un’operatrice del centro antiviolenza molto legata alla vittima, è convinta che Dario sia riuscito a risalire all’indirizzo del centro e a mettersi in contatto con Susanna per ucciderla. Paola Ferrario, l’avvocato di Dario già presente al momento dell’arresto di Dario, conferma la versione del suo cliente: Susanna aveva volontariamente deciso di lasciare il centro di assistenza e di tornare da suo marito. La risoluzione del caso sembra più lontana che mai. Solo l’intuito di Valeria potrà aiutare ad arrivare alla verità e a scoprire il vero colpevole dell’omicidio di Susanna.