Il 3 novembre Carlo Vanzina vedrà debuttare nelle sale Non si ruba a casa dei ladri, il suo ultimo film da regista scritto insieme al fratello Enrico.

La commedia vede un cast di grandi mattatori come Vincenzo Salemme e Massimo Ghini affiancati da un’inedita Stefania Rocca e la sempre avvenente Manuela Arcuri, con in più la partecipazione di Maurizio Mattioli, Teco Celio, Ria Antoniou e Lorenzo Balducci.

La trama di Non si ruba a casa dei ladri racconta di un’insolita vendetta che l’onesto Antonio compie ai danni del politico corrotto Simone, reo di avergli sottratto un importante appalto grazie a una combina.

Antonio inizialmente vorrebbe denunciarlo, ma poi, conoscendo l’Italia, un paese nel quale l’iter della giustizia è lunghissimo e spesso incerto, decide di vendicarsi in altro modo, colpendolo nel punto in cui fa più male: il protagonista scopre infatti che il politico ha nascosto in una banca svizzera i proventi delle sue malefatte e decide di organizzare un “colpo” per riprendersi quello che gli è stato rubato.

Per compiere l’impresa Antonio mette su una piccola banda, formata da non professionisti i quali hanno in comune una sola cosa: anche loro sono stati truffati dalla politica corrotta. Il colpo si svolge a Zurigo dove ha sede la banca nella quale Simone ha nascosto i soldi. All’insegna di una buffa sostituzione di persone parte così un meccanismo comico a orologeria, che darà vita a impagabili risvolti comici.

Nella clip in esclusiva per Leonardo.it vediamo proprio i momento in cui Antonio e la moglie devono spacciarsi per i loro nemici dinanzi alla cassiera della banca.