Sarà nei nei cinema a partire dal 7 dicembre Non c’è più religione, la nuova commedia di Luca Miniero, autore dei fortunatissimi Benvenuti al Sud, Un Boss in salotto La scuola più bella del mondo.

Dopo alcune pellicole dedicate alle differenze e i contrasti tra Nord e Sud ecco arrivare una commedia ancora più attuale incentrata sull’Italia di oggi, sempre più multietnica, e con un grave problema di calo delle nascite.

In questo Paese in cui tutti si arrangiano come possono, esiste un paesino sito in una piccola isola, Porto Buio, i cui abitanti devono risolvere un problema molto spinoso: accingendosi a preparare l’annuale presepe vivente si accorgono infatti che il bambinello prescelto è infatti entrato nella fase dello sviluppo.

Il ragazzino ha la barba e i brufoli degli adolescenti e nella culla non ci sta proprio più. Perciò bisogna trovarne un altro a tutti i costi, rivolgendosi anche alle comunità ebraiche e arabe del luogo: con un lama al posto del bue e tre amici in lotta fra loro, al posto dei re Magi, sarà davvero un presepe vivente mai visto.

Tra i protagonisti della pellicola prodotta da Cattleya troviamo Claudio BisioAngela Finocchiaro, Alessandro Gassmann, Nabiha Akkari, Massimo De Lorenzo, Roberto Herlitzka, Giovanni Cacioppo e Giovanni Esposito.

Nella clip di lancio di Non c’è più religione possiamo ammirare i tentativi di spiegare la non troppo complessa trama del film da parte del cast e delle comparse, intervistate da De Lorenzo.