Una carriera che dura dai primi anni ’60, quando tra Modena e Reggio Emilia Beppe Carletti e Augusto Daolio decidono di formare una loro band. L’esordio avviene nel 1963 e il nome scelto è Nomadi, denominazione prescelta un po’ per caso ma forse anche per destino e da quel momento la band più famosa d’Italia non ha mai smesso di scrivere, suonare e cantare. Con 51 lavori, fra dischi in studio, live e raccolte per un totale di 15 milioni di copie vendute, i Nomadi hanno pubblicato lo scorso 15 aprile il loro ultimo album, “Nomadi 50 + 1″, una raccolta che rappresenta la storia ma allo stesso tempo il punto di svolta per il gruppo.

Da sempre attenti ai temi umani e sociali, i Nomadi si sono sempre esposti in prima linea per il prossimo e si sono resi promotori di varie iniziative di solidarietà e numerosi viaggi benefici. Oltre ai 90 concerti annui della band in tutta la penisola, il vero cuore del Nomadincontro è l’assegnazione del premio “Tributo ad Augusto”, in onore della voce storica di Augusto Daolio, assegnato a musicisti italiani che si sono distinti per valore artistico e soprattutto umanitario. Il riconoscimento è stato assegnato ai più grandi artisti italiani: Zucchero, Roberto Vecchioni, Biagio Antonacci, Franco Battiato, Daniele Silvestri, Pooh, Piero Pelù (Leggete qui la nostra intervista esclusiva a Piero Pelù), Francesco Renga. Inoltre nel corso degli anni sono stati assegnati premi speciali: Don Gallo, Neri Marcorè, Luciano Ligabue, Umberto Veronesi e Don Antonio Mazzi.

Nomadi 50 + 1 contiene 34 brani, dai classici indimenticabili come “Io vagabondo”,”Noi non ci saremo”, “Un pugno di sabbia” e “Ho difeso il mio amore” a quelli nati in tempi più recenti ma allo stesso tempo apprezzatissimi dal pubblico italiano come “La vita che seduce”, “Io voglio vivere” e “Sangue al cuore”. L’album contiene anche due brani inediti, “Come va la vita” e “Nulla di nuovo”, che testimoniano come i Nomadi siano rimasti coerenti in più di 50 anni di carriera, raccontando il presente più difficile, il tempo attuale, le crisi, le difficoltà, ma anche la voglia di vivere e di esserci lanciando messaggi di speranza. Questo è il video dell’inedita “Come va la vita”.

La grande novità della raccolta è la voce di Cristiano Turato, nuovo frontman dei Nomadi dal 2012 dopo l’”arrivederci” di Danilo Sacco, che per la prima volta interpreta i brani storici della band, riarrangiati e con nuovi suoni. Ecco la tracklist dei 2 cd dell’ultima fatica di Beppe Carletti, Daniele Campani, Cico Falzone, Cristiano Turato, Massimo Vecchi e Sergio Reggioli: Nomadi 50 + 1.

Cd 1:
1. Abbi cura di te
2. Ala bianca
3. Gli aironi neri
4. La mia terra
5. Un giorno insieme
6. Ti lascio una parola (Goodbye)
7. Ho difeso il mio amore
8. Un po’ do me
9. Oriente
10. Jenny
11. Trovare Dio
12. Ti voglio (I want you)
13. Toccami il cuore
14. Tutto a posto
15. Un pugno di sabbia
16. Non dimenticarti di me
17. La vita che seduce (live)
18. Nulla di nuovo

Cd 2:
1. Ad est ad est
2. Anni di frontiera
3. Io vagabondo
4. Io voglio vivere
5. Dio è morto
6. Il pilota di Hiroshima
7. La deriva
8. La libertà di volare
9. La settima onda
10. L’ultima salita
11. Mamma giustizia
12. Marinaio di vent’anni
13. Noi
14. Sangue al cuore
15. Noi non ci saremo
16. Come va la vita

L’album è disponibile in i tutti i negozi, in download e in streaming.