Quest’anno il “Tributo ad Augusto”, premio in memoria di Augusto Daolio dei Nomadi, andrà a Luca Carboni. Come ogni anno il riconoscimento fa parte del NOMADINCONTRO, la due giorni di Novellara (Reggio Emilia) dove arrivano da tutta Italia oltre 10mila persone per ricordare il compianto Daolio, leader dei Nomadi. Carboni ha deciso di destinare il premio in denaro ad AMANI onlus, associazione no-profit impegnata dal 1995 nella istituzione di case di accoglienza, centri educativi, scolastici e professionali in Kenya, Zambia e Sudan e nella difesa del diritto di bambini e giovani di questi Paesi ad avere un’identità certa, cibo, istruzione, salute e l’affetto di un adulto.

“Il Tributo è proprio una bella cosa – ha spiegato Beppe Carletti, attuale leader dei Nomadi, a Leonardo.it – Un’idea nata un anno dopo la scomparsa di Augusto, che ci ha permesso di restare uniti attorno al suo ricordo. In fondo i nostri concerti sono sempre stati degli incontri di famiglia. Noi non abbiamo fan, abbiamo solo amici. E vengono da tutta Italia per sentirci suonare e ricordare insieme il nostro vero grande leader carismatico. Augusto era una persona eccezionale e lo dimostra che ancora oggi migliaia di persone vengono a ricordarlo e a mettere un fiore sulla sua tomba”.

Come detto il premio andrà a Luca Carboni: “E’ un grande artista e un amico vero – ci spiega Carletti – Un bravo ragazzo emiliano come noi. Qui ci sono passati tutti, da Zucchero a Ligabue fino a Morandi. Ha accettato subito, vuol vivere questa giornata insieme a tutte le persone che amano i Nomadi”.

“E’ un grande onore per me ricevere questo riconoscimento – ha spiegato Luca Carboni a Leonardo.it – Augusto è e rimane una delle voci mitiche della mia infanzia e adoloscenza. Bella l’idea di creare un premio che permetta anche di devolvere una cifra importante a un’associazione o una fondazione. Fare del bene è sempre una cosa positiva, che fa bene all’anima di tutti”.

“Salirò sul palco con i Nomadi, come già è accaduto a Milano per il progetto Exodus. Sarà una grande emozione – prosegue Carboni – Ricordo ancora oggi uno splendido album live dei Nomadi insieme a Guccini. L’ho consumato, non saprei dire quante volte l’ho ascoltato. Sarà sicuramente una bella festa. Io mi sono sempre sentito un personaggio particolare con un piede nel cantautorato e uno nella musica da band. I Nomadi hanno sempre saputo fare del rock cantautorale. Il connubuio sarà perfetto”.

Vi ricordiamo che NOMADINCONTRO 2015 si terrà il 21 e 22 febbraio a Novellara (Reggio Emilia). Luca Carboni riceverà il riconoscimento durante il concerto-fiume di domenica 22 alle ore 16.00.