Nino D’Angelo contro Matteo Salvini. Il cantante napoletano si è scagliato contro il leader della Lega Nord a causa dell’uso improprio e non autorizzato di una sua canzone. Da alcuni giorni, infatti, il rappresentante politico sta ustilizzando nel nuovo spot elettorale della Lega per il movimento Pro-Sud “Noi con Salvini” il brano “Jamme Ja“, presentato nel Sanremo 2010 da Nino D’Angelo insieme a Maria Nazionale.

L’ex caschetto biondo napoletano è contrariato dalla scelta di Salvini tanto da ribadirlo sul suo profilo facebook :

“Questo brano non potrebbe essere mai l’inno di chi ha fatto sempre dell’antimeridionalismo il suo punto di forza. Mai. Viva il sud!”.

Inoltre Nino non ha mai seguito gli ideali politici leghisti quindi conferma categorico:

“Non li ho autorizzati a usare la mia musica”.

A ribadire il concetto ci pensano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della Radiazza:

“Salvini e i suoi seguaci stanno già calando negli ultimi sondaggi, pensavano di potersi appropriare del testo e delle musiche di Nino D’Angelo ma adesso dovranno eliminarle dai loro spot altrimenti potrebbero beccarsi anche una denuncia. Non basta aggregare qualche vecchio politicante meridionale e degli estremisti esaltati per entrare nel cuore del sud. La furbizia leghista sta venendo a galla. Chi è meridionale non può dimenticare quanto male ci hanno fatto. Nino D’Angelo come la gran parte degli artisti meridionali difficilmente andranno alla corte di Salvini”.

Pubblicazione di Nino D’angelo.

Foto: Infophoto