É scontro tra Nina Zilli e il direttore di Novella 2000, Roberto Alessi che qualche settimana fa aveva pubblicato sul settimanale di gossip le foto della cantante e giudice di Italia’s Got Talent in topless in una presunta spiaggia di nudisti a Formentera.

Nina, dopo la pubblicazione delle foto non ci sta e, sulla sua pagina Facebook, chiarisce che è stata fotografata durante il cambio di un costume, che non si trovava in una spiaggia di nudisti e che le foto sarebbero quindi ritoccate a Photoshop, aggiungendo dei nudisti, per rendere le notizia più accattivante:

Surfando sulla rete ho trovato tanti link che riprendono il mio topless (per carità, non c’è niente da vedere!)  -scrive la Zilli – e siccome le cose non sono proprio andate così ma imperterriti ci ricamano sopra, credo sia giusto chiarire almeno una cosa: non ho assolutamente cambiato idea sul mostrare le “sorelle”! Mi han beccato mentre mi cambiavo il costume, in un angolo completamente deserto della spiaggia… che di per sé era deserta in generale, per niente affollata… il tizio nudo con ombrellone è un fake, un copia e incolla per rendere più accattivante la notizia… e se guardate bene nei pressi dell’ombrellone troverete le prove evidenti di quel che vi dico: il tizio sdraiato a terra non ha le gambe (gliele han mozzate perché se no avrebbe coperto me) e di fianco a lui ci sono un paio di arti altrui non identificati. Scrivo tutto ciò non tanto per giustificarmi (di mio ero sicura che non ci fosse nessuno intorno, che babbiona!!! Non ho proprio visto il paparazzo) ma non mi sembra giusto che incollino uno col pisello e le chiappe al vento proprio davanti alla mia faccia. Certo, scrivere “abbiamo beccato Nina Zilli mentre si cambiava il costume” non fa certo tanto scalpore quanto “Nina Zilli in una spiaggia nudista”… ma vi garantisco che quelle foto mi creano un grandissimo imbarazzo, non mi sono messa in topless e non mi ci metterò MAI. A me sarebbe bastato così, senza il naturista piazzato ad hoc…

Pronta la replica di Roberto Alessi sulle pagine del nuovo numero del settimanale che rispedisce al mittente tutte le accuse:

 È la prima volta che mi accusano di fare “copia e incolla per rendere più accattivante la notizia”. -si legge su Novella 2000 – Non si butti giù: un suo topless (piccolo, ma biodegradabile) non ha bisogno di fake per essere accattivante. E poi non c’è niente di male a rimanere in topless tra un paio di nudisti. Apprezzi almeno il fatto che uso le stelline per coprire le pudenda che offendono i più timorati (e lei evidentemente fa parte della categoria) e che abbia fatto correre il titolo sulle chiappottone del suo vicino, che non ho certo “piazzato”. Mi spiace per le gambe, come scrive, del “tizio sdraiato… gliele han mozzate perché se no avrebbero coperto me e di fianco a lui ci sono un paio di arti altrui non identificati”. Non è un risultato del Photoshop, ma della prospettiva sulla duna di sabbia creata dalle onde del mare dal quale lei, superba come una Venere, sta sorgendo in tanga. E se prende il sole in topless non c’è mica la signorina Rottermeier a sgridarla tanto da scrivere “Mentre mi cambiavo il costume”. Certi atteggiamenti li lasci a chi non ha la sua intelligenza.

Le lascio qualche indicazione turistica su Formentera:

1- Non esistono spiagge deserte.

2- Non esistono spiagge senza nudisti.

3- I vip ci vanno perché ci sono più paparazzi che bagnini.

4- Al momento sono presenti 21 paparazzi su un’isola lunga 19 chilometri e larga uno. Un paparazzo a spiaggia. “Stay serena”.

Chi avrà ragione? Siamo ufficialmente di fronte al primo giallo dell’estate 2015.