Nina Moric continua a far discutere e non per qualche sua nuova partecipazione televisiva o per la sua tentata, ma mai decollata veramente, carriera musicale. La modella croata è di nuovo al centro delle attenzioni mediatiche per le sue affermazioni rilasciate sui social network. Dopo essersi dichiarata favorevole al sì nel referendum sulle trivelle, con la pubblicazione di uno scatto piccante in compagnia del suo nuovo compagno, adesso se l’è presa con un’intera regione.

Nina Moric sui social network ha criticato aspramente il Molise: “Quelli che offendono sui Social abitano tutti in Molise. Sì, lo penso veramente, vivo in Italia da 15 anni, per lavoro o per vacanza posso dire di essere stata ovunque, tranne che in Molise, e siccome non mi è mai successo che qualcuno mi urlasse per strada, troia, puttana, rifatta, gommone e anche peggio, l’unica spiegazione deve essere questa: quelli che commentano con insulti irripetibili vivono tutti in Molise. State lontani, è un posto bruttissimo”.

Le parole molto forti di Nina Moric non sono certo passate inosservate e hanno sollevato immediatamente un mare di critiche. La modella e showgirl ha così rettificato la sua posizione scrivendo un nuovo post: “È l’ultima volta che vi spiego un post poi basta, intendevo l’esatto contrario di quello che la stragrande maggioranza di voi ha capito, esistono delle persone che quotidianamente vengono ad insultarmi, e la cosa a me non secca neppure un po’”.

Il post di Nina Moric prosegue: “Mi fa sorridere la cosa, non mi importa. Perché le stesse persone quando rispondo a tono spariscono o cancellano subito i commenti, siccome di persona non mi è mai successo ho ipotizzato che tutte queste persone abitino in Molise (visto che non ci sono mai stata). Ma secondo qualcuno questa è una cosa possibile? Cioè secondo voi ero seria ? Ce l’avevo con i leoni da tastiera, che insultano dietro ad un Pc, un telefono o un tablet. Mica con una regione descritta anzi spesso come una delle più tranquille d’Italia”.

Nina Moric conclude quindi scrivendo: “Io sono fatta così ironizzo e scherzo chi mi segue da qualche anno su Instagram lo sa, non ho mai intenzione di offendere nessuno, non faccio discriminazioni territoriali, razziali, sessuali… Gli unici che mi stanno sulle palle sono i bigotti, i finti perbenismi, gli imbecilli e i codardi e so bene anzi benissimo che non hanno né età né razza né regione… Ce ne sono dappertutto. Che poi per quanto è piccolo il Molise, fidatevi che tutti quelli che scrivono insulti, nemmeno possono starci, per ragioni di spazio”.