Gli appassionati di musica alternativa conosceranno a menadito la carriera di cantante di Nick Cave come leader dei Bad Seeds e poi dei Grinderman, ma non tutti forse sanno che il talentuoso e tenebroso australiano ha frequentato molto spesso anche il mondo del cinema.

Ma nel suo curriculum non ci sono solo colonne sonore (tra le ultime cose segnaliamo quella di The Road e Lawless per l’amico John Hillcoat), ma anche ruoli da sceneggiatore in pellicole poco note quali The Proposition e Ghost… of the Civil Dead, sempre con Hillcoat, senza dimenticare qualche sporadica apparizione in veste di attore.

20000 Days on Earth, il film a metà tra il documentario e la fiction che racconta la vita di Nick Cave, non arriva quindi come un fulmine a ciel sereno, ma nondimeno il progetto è piuttosto inusuale.

La pellicola diretta da Iain Forsyth e Jane Pollard racconta infatti il 20000° giorno di Nick Cave sulla Terra, celebrando insieme l’animo umano e la potenza dello spirito creativo. Presentato al Sundance Film Festival del 2014, il film presenta scene reali, romanzate e riprese di concerti.

Tra le varie figure che compaiono nell’opera vi sono la cantante Kylie Minogue, Blixa Bargeld, l’eterno sodale Warren Ellis nonché ovviamente lo stesso Cave. Il trailer reso pubblico lascia ben sperare in un film che pare molto lontano dalla semplice autocelebrazione di una figura iconica che non ne ha per niente bisogno.