Cosa succede nel mondo delle serie tv americane? Ecco due importanti aggiornamenti che interessaranno soprattutto ai fan di Downton Abbey e Homeland. Scoprite di più!

Homeland 3: per tutti gli appassionati di Homeland, una notizia che ha fatto furore questo weekend. Questa serie tv vi è mai sembrata islamofobica? Forse non la definiremmo così, perché pur sempre di una serie finzionale si tratta, ma di certo, essendo una serie tv made in Usa, potremmo descriverla come filo americana. La polemica era scattata sin dalle primissime battute della prima stagione – quando Brody, americano convertito all’Islam, era tornato in patria a organizzare un attentato – ed è continuata durante la messa in onda della seconda stagione, quando è apparso evidente a tutti che il conflitto tra buoni (americani) e cattivi (islamici) propendeva per la vittoria dei primi e la demonizzazione dei secondi. La miccia è stata riaccesa durante la terza stagione ora in onda dal personaggio di Fara, la giovane analista che sta aiutando Saul nelle indagini contro Jamali. Nel primo episodio, più per provocazione che per altro, Saul accusa la ragazza di usare il velo in modo irrispettoso, considerato che si trova sul suolo americano. Da lì la polemica è divampata, fino alla definizione scottante di “serie islamofobica”. Di certo non possiamo aspettarci apertura mentale da parte degli americani contro “il nemico” e una serie tv non può che esacerbare questo concetto. Ma siamo davvero sicuri che uno spettatore non possa godersi lo show senza implicazioni di sorta?

Downton Abbey 4: il successo travolgente di Downton Abbey ha portato ancora una volta al repentino rinnovo per una nuova stagione, la quinta. Così, quando non è ancora finita la quarta, attualmente in onda, ecco che l’emittente inglese ITv ha ordinato già una quinta stagione che vedrà nuovamente protagonisti i Crawley e gli abitanti dei piani bassi, ovvero la servitù di Downton. Tutti contenti?