Potrebbe essere davvero fatta tra Netflix e Mediaset e anche se manca ancora l’ufficialità, sembra che le due aziende abbiano raggiunto un accordo affinché Netflix – colosso americano della tv in streaming – possa trasmettere in Italia anche Orange is the New Black. Tra Netflix e Mediaset mancherebbe soltanto il contratto formalizzato ma l’accordo vi sarebbe stato (l’indiscrezione è stata lanciata da Il Sole 24 Ore). Intanto mancano davvero pochissimi giorni all’arrivo di Netflix nel nostro Paese: la data ufficiale è quella del 22 ottobre e gli abbonamenti dovrebbero partire dalla somma di 7,99 euro al mese.

Si tratterebbe di un concordato in grado di portare benefici ad entrambe le parti: per Mediaset si tratterebbe di una questione di convenienza economica, per Netflix si tratterebbe dell’occasione giusta per spingere gli utenti a sottoscrivere abbonamenti. D’altra parte Orange is the New Black è uno dei pezzi forti della produzione di Netflix negli Stati Uniti, insieme a House of Cards, che però Sky Italia non sembra intenzionata a contrattare per la messa in onda anche su Netflix (sempre per quanto riguarda l’Italia ovviamente). Da questo atteggiamento si comprende dunque quanto siano diverse le strategie che Mediaset e Sky intendono concretizzare.

L’accordo tra Netflix e Mediaset giungerebbe dunque a pochi giorni dal debutto del colosso americano della tv in streaming in Italia. Netflix, attualmente, ha ben sessantacinque milioni di abbonati in tutto il mondo e dovrebbe portare anche nel nostro Paese una nuova idea di fruizione di contenuti televisivi. In Italia Netflix dovrà vedersela contro Infinity (che appartiene sempre alla stessa Mediaset) e contro Skyonline (di Sky). Come tutti i servizi in streaming, dovrà poi fare i conti con la non ancora perfetta copertura della banda larga in Italia.