Come tu mi vuoi, dei soldi fai quello che vuoi: con questo slogan Maurizio Covarelli e Antonella Paoletti si sono aggiudicati la quinta puntata di Nei tuoi panni, il primo reality show ambientato in una banca che potete seguire sul sito neituoipanni.findomestic.it.

Infatti Findomestic, la società specializzata dal 1984 nel credito alla famiglia, ha aperto i suoi uffici a sei clienti provenienti da tutta Italia, con professioni ed esperienze molto diverse fra loro. Lo scopo? Portare i concorrenti nel cuore dell’azienda e metterli a contatto con le difficoltà che, ogni giorno, i consulenti Findomestic superano per soddisfare al meglio le esigenze di chi si affida loro.

Sotto lo sguardo vigile dei giudici Alessandro Benedetti, Gianluca Drudi e Silvia Vieri, i sei clienti si sono sfidati per una settimana nella creazione di nuove proposte commerciali: durante la quinta puntata, organizzati in coppie, hanno dovuto ideare il claim perfetto per il Conto Deposito per i risparmiatori, tenendo presente le sue principali caratteristiche: zero vincoli, zero costi di gestione e il rendimento certo.

Affiatatissimi e divertiti dalla prova, Maurizio e Antonella hanno sbaragliato la concorrenza: ex chef con una inesauribile voglia di viaggiare il primo, super mamma e proprietaria di un’azienda che produce ed esporta gnocchi e polenta in tutto il mondo la seconda, hanno avuto la meglio sullo slogan di Salvo e Luca Meglio gli interessi oggi che perderli domani e su quello di Maurizio e Antonella Mencherini Il Savadanaio che ti rende libero e che dà certezza al tuo futuro.

Leonardo.it li ha intervistati in esclusiva.

D: L’esperienza del reality Nei tuoi panni ha cambiato il vostro approccio nei confronti delle banche e della figura dei consulenti finanziari? Quanto è complesso immedesimarsi in quest’ultimi?

Maurizio: Certo che sì! All’inizio di questa esperienza mi sono domandato più volte come avrei potuto approcciarmi a questo mondo apparentemente fatto di decisioni fredde, impersonali. Invece mi è bastato poco per capire che, dietro i numeri, per i consulenti Findomestic ci sono persone con desideri, esigenze, difficoltà. Immedesimarmi in loro è stato quindi, allo stesso tempo, semplice e complesso: sono persone esattamente come me, ma contemporaneamente sono professionisti che devono ascoltare e capire noi clienti, trovando il giusto compromesso le nostre esigenze e la tutela della stabilità dell’azienda.

Antonella: Sicuramente questa esperienza mi ha fatto riflettere molto: il lavoro del consulente non è sempre semplice. Inoltre, oggi conosco meglio la materia e ho imparato regole fondamentali come la trasparenza e l’elasticità di un finanziamento o la possibilità di ridurre una rata.

D: Qual è la caratteristica più importante che, secondo voi, un buon consulente deve avere per saper spiegare e vendere i prodotti della propria banca?

Maurizio: L’empatia, l’entrare in contatto profondo con il cliente.

Antonella: Esatto: deve essere una persona che sa ascoltare gli altri e capire le esigenze di chi si trova davanti.

D: Nessun vincolo, nessun costo di gestione, un rendimento certo. Qual è l’elemento imprescindibile che, secondo voi, una proposta di conto deposito dovrebbe avere per essere preferita ad altre?

Maurizio: Di certo la semplicità nella gestione e la disponibilità certa delle somme versate.

Antonella: L’assenza di vincoli perché di questi tempi si potrebbe avere improvvisamente bisogno dei propri risparmi.

D: Quali sono gli elementi che avete preso in considerazione per rendere il vostro claim d’effetto?

Maurizio: Pochi punti, ma fondamentali per noi clienti: è conveniente che persone capaci gestiscano i nostri risparmi, ma dobbiamo poterne disporre.

Antonella: Assolutamente d’accordo con Maurizio: l’assenza di vincoli.

La sesta puntata sarà online da martedì 14 maggio: aspettando la finalissima del 28 maggio, potete commentare gli episodi di Nei tuoi panni sulla pagina Facebook di Findomestic Banca.

Publiredazionale